Tavoli (mentali) separati

I tavoli non bastano mai. Ogni volta che sono in difficoltà con qualche aspetto della mia vita, prendo un tavolo nuovo.Avendo fatto poca carriera, ho moltissimi tavoli. Un tempo ogni volta che ero in difficoltà prendevo un quaderno, ma poi mi sono messa a pensare in grande e ora voglio un …

Breve ode alle ossessioni

Che cosa bella, le ossessioni. Quei pensieri fissi, quei tarli che ti si mettono in testa e non riesci a pensare ad altro e passi la giornata a lavorare con quella cosa seduta li in mezzo al cervello che reclama ogni minuti di attenzione che cerchi di mettere altrove. Non …

La gratitudine serve a poco

Ogni giorno leggo inviti (religiosi e non) alla “gratitudine”: bisogna ringraziare Dio, la mamma, gli amici, chi ci ama… Ringraziare ci rende migliori, ci aiuta a relativizzare, ci fa capire che possiamo sempre essere felici, eccetera. Vero. Ma questo modo di pensare finisce per ritorcersi contro di noi, perché ci …

Quando la passione diventa colpa

Che cos’è una passione? Qualcosa che ci gratifica e ci rende felici non in virtù del risultato ma in virtù del processo. Qualcosa che ci piace FARE indipendentemente da cosa ci permetta di OTTENERE. (Si, ci sono analogie con il sesso. Un caso? Io non credo!) Una passione diventa una …

Sono fatto così. Oggi.

L’auto-consapevolezza: mito irraggiungibile per un’intera generazione cresciuta con la culla dallo psicanalista, traguardo di orde di insicuri cronici eternamente insoddisfatti di sé stessi. Un precario equilibrio, una moneta con due facce. Da un lato la semplice finzione che tutti noi portiamo avanti ogni giorno, la maschera che indossiamo appena svegli …

L’attesa non dovrebbe esistere

Attesa = spazio di tempo in cui ci sentiamo legittimati a non fare niente perché stiamo aspettando che qualcun altro faccia qualcosa. Altrimenti detto: l’attesa è quel magico luogo in cui fissiamo il telefono per ore, aggiorniamo le mail ogni 4 secondi, tamburelliamo con il piede, fumiamo una sigaretta dietro …

Quando il troppo diventa niente

L’avidità è un vizio capitale, e ci sono mille modi per essere avidi: essere avidi di ricchezze è quello di gran lunga meno grave. Abbiamo il culto dell’accumulo. Accumuliamo vestiti e scarpe, soprammobili, libri, dischi. Cose inutili, che non usiamo e che non ci servono ma che vogliamo con foga. …

Un carnet di buoni propositi intonso

Il problema dei buoni propositi è che ci piacciono solo finché sono nuovi, immacolati, intonsi. E i buoni propositi, per definizione, sono soggetti ad una costante usura. A noi piacciono solo il primo giorno dell’anno: quando cominciamo un nuovo diario, installiamo una nuova app di produttività, stabiliamo nuove regole per …