Dire grazie

Tempo fa mi sono data una regola personale: quella di dire sempre grazie per i regali che mi sono fatti. Sembra facile, ma non lo è affatto e quindi spesso non riesco a farlo, ma continua a provarci come posso.

Prima difficoltà: non tutti i regali sembrano tali. Alcuni regali sono decisamente a doppio taglio e, quando ti vengono fatti, non sembrano affatto regali. Facile dire grazie per un invito a cena, meno facile ringraziare per una critica, specialmente se è fatta con rabbia.

Seconda difficoltà: spesso e volentieri, per qualche ragione, ci vergogniamo a ringraziare. Non lo so perché succeda, questo, ma so che non succede solo a me (e questo un pochino mi rincuora). Forse perché dire grazie implica un senso di inferiorità? O forse perché puoi ringraziare solo per quello che non saresti stato in grado di fare da solo? Non lo so.

Terza difficoltà: non sempre si sa chi ringraziare. Specialmente se, come me, non si ha Fede in nulla. A volte le cose arrivano e non si sa chi ce le manda… e se non si vuole cadere in quella generica forma di gratitudine esistenziale (che ho criticato altrove come inutile) diventa difficile formulare un grazie specifico e concreto.

Insomma, dire grazie è molto più difficile di quel che sembra. E proprio per quello bisogna impegnarsi.

Perché? Per ricordare a noi che non tutto dipende da noi. Che ci sono ancora regali, gentilezze, cortesie (anche inavvertite, non per questo meno preziose). Per non scivolare in quel cinismo che va tanto di moda adesso e che non serve assolutamente a niente. Per ricordarci quanto è fondamentale vergognarci come dei ladri per una buona causa; magari ci prenderanno in giro, crederanno sia sarcasmo o saranno imbarazzati. Non importa.

Ma soprattutto, penso sia importante per gli altri. Perché se qualcuno ha fatto qualcosa di bello per noi, è fondamentale registrarlo e non darlo per scontato. Magari gli è costato sacrifici e impegni. Magari non gli è costato nulla. Non fa nulla. Se abbiamo la possibilità di far sapere a qualcuno che è stato utile a noi, è nostro dovere dirlo. Sempre.

Grazie.

Photo by Morvanic Lee on Unsplash