48

I mezzi, le strategie e gli obbiettivi

Tendiamo a confondere i mezzi con le strategie, le strategie con gli obbiettivi.

Alcuni esempi.

I social network sono un mezzo, non una strategia.
Decidere di utilizzare i social network in un certo modo nel proprio lancio di prodotto può essere una strategia, ma non è un obbiettivo.

Il flat design è un mezzo, non una strategia.
Decidere di utilizzare il flat design per un sito che parla di tecnologie e giovani può essere una strategia, ma non è un obbiettivo.

La piramide gerarchica funziona più o meno così:
– I mezzi sono influenti e vengono decisi in base alle strategie.
– Le strategie sono importanti e vengono decise in base agli obbiettivi.
– Gli obbiettivi sono fondamentali.

Senza obbiettivi chiari è difficile elaborare una strategia sensata e si finisce per scegliere i mezzi a caso. Per cui decido di portare la mia startup di apparecchi acustici per uccellini sordi su Twitter (“Ehi, il logo parla chiaro!”) o di dare al mio sito di biliardini per le bocciofile una splendida grafica animata in parallasse (“Chi se ne frega se ai vecchini viene la nausea, tanto stan li sempre a guardar bocce”) .

E viceversa: un obbiettivo chiaro delinea una strategia consequenziale che permette di identificare i mezzi utili in un secondo. Tutto diventa facile.

Peccato solo che avere degli obbiettivi chiari sia così maledettamente difficile.