Autoironia, portali via

L’autoironia non è solo umorismo: è una dimensione psicologica. Sta alla base di una sana percezione di sé stessi: se riesci a essere autoironico, riesci a vederti “da fuori” e a conservare quel minimo di distanza da rimanere padrone di te e non vittima della tua narrazione. Però l’autoironia è …

Creatività: ripensiamoci

Ci sono parole che mi escono dagli occhi, invece che dalla bocca. Parole che mi impegno per non usare mai, in quanto ormai così viete ed abusate da essere svuotate dal loro significato. Una di queste è la parola “creatività”. All’inizio mi piaceva, la creatività. Un sacco. Poi hanno cominciato …

Mission: la complessità

Una delle prime cose che si chiedono, quando si cerca di capire un progetto o un’azienda, è quale sia la sua mission. Quali sono le sue aspirazioni? Qual è il suo manifesto? Qual è la motivazione profonda dietro al suo agire? Rispondere a queste domande non è mai facile, per …

La comfort zone è uscita da sé stessa

Avrei voluto intitolare questo brano “Appunti su un concetto che ha ufficialmente rotto i coglioni”, ma la parola comfort zone ovviamente è MOLTO più performante come SEO, sicché… eccomi qui a utilizzare con profitto il carrozzone da cui voglio scendere, che è quello di queste buzz words che nascono per …

Quantità e qualità

Sul tema “quantità vs. qualità” ho sempre avuto idee piuttosto specifiche: meglio fare poco e farlo bene. Ho perseguito alacremente questa filosofia più o meno in ogni ambito lavorativo e personale, concentrandosi sul fare solo quello che sentivo di riuscire a portare a termine al massimo della qualità. Eppure… recentemente …

Bellezza e (in)desiderabilità

Recentemente, vuoi per questioni squisitamente “anagrafiche” (gli “anta” che si avvicinano a grandi passi), vuoi per via delle numerose letture che faccio sul web e altrove, mi trovo sempre più spesso a riflettere sull’identità femminile e su come sia da sempre permeata dall’idea di desiderabilità. No, non intenzione di fare …

Cultura aziendale: non è solo uno slogan

Ultimamente l’idea di “cultura aziendale” è una di quelle idee che sembrano andare di moda: un concetto sufficientemente vaporoso da metterci dentro un po’ di tutto, quel soave e delicato di mix di “atteggiamento, attitudine, mentalità” che fa (o disfa) un’azienda… senza che nessuno abbia mai capito bene di che …

Quando il confronto diventa tossico

Mi sento quasi in colpa, ad aver scritto questo titolo. Perché una vocina dentro di me insiste: “Confronto tossico?! Ma come! Il confronto è sempre, SOLO positivo! Non esiste confronto negativo! Non esiste confronto tossico. Ogni opinione è bella e brava, buona e giusta, e va conservata come un tesoro!” …

Il prezzo dell’innovazione

“Innovazione” è una parola che non mi piace. Perché il significato è bello, ma la parola è stata usata talmente spesso e talmente a sproposito che, francamente, non se ne può più. Ormai chiunque si sprechi ad avere un sito internet “fa innovazione” e ogni azienda che spende due centesimi …

Il branding NON È il marketing!

Recentemente ho avuto diverse conversazioni sul branding che mi hanno lasciato un po’ perplessa. Il tema sta diventando sempre più caldo, sempre più seguito, sempre più discusso: tutti lo vogliono, tutti lo cercano. Ed ovviamente la cosa non può che rendermi felice, perché più branding c’è al mondo, più divento …

Tavoli (mentali) separati

I tavoli non bastano mai. Ogni volta che sono in difficoltà con qualche aspetto della mia vita, prendo un tavolo nuovo.Avendo fatto poca carriera, ho moltissimi tavoli. Un tempo ogni volta che ero in difficoltà prendevo un quaderno, ma poi mi sono messa a pensare in grande e ora voglio un …

Bestiari ignoranti

Ovvero: Zuckerberg vs. Gutenberg Credo sia piuttosto chiaro che il social di Mark Zuckerberg non mi piace per nulla. E in realtà non è nemmeno solo Facebook il problema: sono piuttosto a disagio con tutti i social network. E in realtà non sono nemmeno i social network il problema: sono …

La sciura milanese moderna: profilazione scopo marketing

Ieri a teatro, dietro di me sedute, tre sciure milanesi moderne in schieramento compatto, con accanite discussioni in corso. Ed ecco che l’accanita antropologa del marketing che si nasconde in me viene fuori: perché  la sciura milanese moderna è il target più ambito di parecchi dei brand che seguo, che …

La fatica e i suoi sogni

(Questo post rappresenta un po’ il seguito del precedente: è nato a ridosso di conversazioni e mail partite da li e ne condivide le premesse, ma introduce un nuovo personaggio importante nella vicenda: la fatica. La fatica è la grande protagonista di quanto si scrive qui e ci scusiamo subito …